I nostri servizi

Tanti, diversi, tutti su misura per te.

In AIGES trovi un’ampia gamma di servizi studiati per rendere la tua separazione e il tuo divorzio più semplici ed economici.

Per saperne di più ›

AIGES - Blog

Il blog dei genitori separati.

il piacere di leggere,
condividere e
crescere.
insieme.

Per saperne di più ›

Aggiornamenti dal blog

Le novità in tempo reale.

La mediazione familiare è formazione

Quando si pensa alla mediazione familiare, è quasi automatico riferirsi a un percorso strutturato d'incontri che ha l'obiettivo di aiutare i genitori, non più partner, a riaprire un canale di comunicazione che, a causa di dinamiche ormai cristallizzate, si è interrotto, sfociando nella separazione. A ben guardare, però, non si tratta solo di questo. Nella mediazione familiare si è chiamati ad acquisire nuove prospettive del conflitto e ad apprendere una diversa modalità di approccio alle problematiche esistenziali. Troppo spesso si dà per scontata la capacità di sapersi gestire a livello emotivo di fronte all'imprevedibilità della vita. In realtà la chiave di volta di ogni conflitto sta proprio nelle modalità emotive con cui questo viene affrontato. Gli effetti collaterali, generati dalla fine di una relazione di coppia e dalla conseguente dissoluzione del nucleo familiare, non sono imputabili al contrasto in sé, ma all'incapacità di gestirlo con la modalità emotiva più efficace alla sua risoluzione. Per fortuna si può sempre imparare dagli altri, anche ciò che concerne la gestione delle proprie emozioni. E il mediatore familiare ha proprio questa funzione: insegnare ai partner il modo di gestire se stessi e la relazione conflittuale che hanno reciprocamente instaurato, insegnare che esistono altre modalità di rapportarsi al dolore, alla rabbia, alla delusione, al lutto che sperimentano in un dato momento delle loro vite, insegnare che è un momento passeggero, propedeutico ad altri successivi, bisognosi di lungimiranza nelle scelte per poter essere più costruttivi di quelli passati, insegnare che il potere personale non consiste nella possibilità di cambiare la realtà, ma nel modificarne la propria percezione emotiva, al fine di renderla meno distruttiva per se stessi e per coloro che amiamo. Come l'insegnante fornisce agli allievi gli strumenti utili ad apprendere tutto ciò di cui avranno bisogno nel corso della loro esistenza, il mediatore familiare fornisce ai partner quelli necessari ad apprendere una nuova forma di relazione, dando contezza che si possono percorrere strade che conducono a un sano egoismo, abbandonando quella cecità causata da un egocentrismo insensato fondato su paura e sofferenza. Fin da bambini siamo educati a vivere secondo una disciplina auto-socio-conservativa, a distinguere ciò che è giusto da ciò che è sbagliato, ciò che ci protegge da ciò che ci danneggia. L'errore più comune è ritenere che tale processo educativo termini con il sopraggiungere dell'età adulta. In realtà l'educazione, come l'apprendimento, dura per tutta la vita. Può cambiare forme e modalità, ma non la nostra capacità d'imparare. Gli studi hanno dimostrato che in età adulta l'apprendimento avviene quasi esclusivamente per necessità. Dinanzi a cambiamenti repentini della routine esistenziale vi è quindi l'impellenza di ricorrere a nuove acquisizioni che permettano un adattamento positivo alla nuova realtà prefiguratasi. In tal senso l'autoconservazione è molto importante, poiché, oltre a essere il più atavico degli istinti, il suo potenziamento facilita l'abbandono dei comportamenti distruttivi. Ai professionisti capita spesso d'interagire con soggetti non realmente concentrati su se stessi in modo positivo, nonostante la loro convinzione che tutto ciò che fanno li protegga dall'altro e dalle circostanze: hanno un approccio negativo e pessimista nei confronti del partner, di se stessi e della loro nuova dimensione genitoriale. Al riguardo la mediazione familiare, come coadiuvante dell'intervento legale, può promuovere forme di autodisciplina che consentano alle persone coinvolte di ripristinare degli equilibri interazionali ed esistenziali da cui possono trarre vantaggio sia loro sia il ristrutturato nucleo familiare.

Per saperne di più ›

AIGES responsive

Siamo su tutti i dispositivi.

i nostri contatti
a portata di mano,
ovunque tu sia,
sempre!

Domande?

C’è una pagina che ti dà tutte le risposte che cerchi, ma proprio tutte.

Leggi le FAQ ›

Chiamaci

La probabilità di trovare
un aiuto concreto è alta: 100% circa.

02 39465334

Vuoi richiedere un servizio o saperne di più?

Contattaci telefonicamente dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 18:00.