Archivio dell'autore: Virna Cappello

Informazioni su Virna Cappello

Psicologa e psicoterapeuta a orientamento sistemico-relazionale, perfezionata in psicologia giuridica. Svolgo la libera professione dal 2007, rivolgendo il mio intervento all'individuo, alla coppia e alla famiglia. Durante gli anni della mia formazione ho prestato particolare attenzione allo studio delle problematiche e delle implicazioni della separazione emotiva, maturando specifica competenza in materia. Nell'ambito del mio lavoro mi occupo di percorsi di sostegno psicologico individuale e alla genitorialità, terapia di coppia e consulenza tecnica di parte nei procedimenti di separazione e divorzio in cui la complessità delle dinamiche familiari e la tutela del minore necessitano di CTU.

Figli, i benefici dell’affidamento materialmente condiviso

Dai primi di agosto si è fatto un gran parlare (talvolta in modo aspramente negativo) del disegno di legge che mira a riformare le norme in materia di affidamento condiviso, mantenimento diretto e garanzia di bigenitorialità, di cui primo firmatario è il senatore Simone Pillon, noto alle cronache politiche per aver organizzato in diverse occasioni il “Family Day”. Ma tutte le critiche indirizzate a tale proposta hanno una reale ragion d’essere? Proviamo a dare una risposta, evitando di fare solo teoria. Continua a leggere

Affidamento condiviso, eppur si muove

Affidamento condiviso, eppur si muove

Ultimamente si è tornati a parlare di affidamento condiviso, soprattutto da quando lo scorso marzo il Tribunale di Brindisi ha emesso le “Linee guida per la Sezione Famiglia”, in cui si legge che “la residenza dei figli ha valenza puramente anagrafica, mancando qualsiasi differenza giuridicamente rilevante tra il genitore co-residente e l’altro”, che “i figli saranno domiciliati presso entrambi i genitori” e che agli stessi “dovranno essere concretamente concesse pari opportunità di frequentare l’uno e l’altro genitore, in funzione delle loro esigenze, all’interno di un modello di frequentazione mediamente paritetico”. Continua a leggere