Archivio dell'autore: Manuela Pagliaroli

Informazioni su Manuela Pagliaroli

Giurista e mediatrice familiare. Pur avendo una formazione giuridica, il primo abito, che mi sento cucito sulla pelle, è quello della mediazione, materia a cui mi sono avvicinata in risposta al bisogno che da sempre mi spinge verso i temi della famiglia (separazione e divorzio su tutti). Nel corso degli anni, riscontrando i grandi benefici di questo strumento nel contesto familiare, ho esteso le mie competenze ad altri ambiti d'intervento, conseguendo prima la qualifica di mediatrice civile e commerciale e poi quella di mediatrice scolastica. Tale ulteriore formazione mi ha dato lo spunto per progettare e realizzare nelle scuole del territorio percorsi ad hoc per la tutela dei minori (in particolare prevenzione del disagio, della devianza giovanile, del bullismo e del cyberbullismo), attività che, parallelamente a quella di docenza in seminari informativi o corsi abilitanti alla professione, mi permette di proseguire nel lavoro di promozione della mediazione, già svolto presso gli sportelli dei Comuni di Pontinia e Sezze.

La coordinazione genitoriale

La coordinazione genitoriale, sperimentata negli Stati Uniti fin dagli anni ’80 (seppur con le iniziali difficoltà derivanti dalla mancanza di regole definite sia a livello pratico che etico), comincia a prendere piede anche in Italia, grazie in particolare alle decisioni di alcuni tribunali – Brescia, Civitavecchia, Milano, Monza, Pavia, Reggio Emilia, Roma e Varese – che ne stanno via via raccomandando l’utilizzo. Continua a leggere

In mediazione familiare per salvare il progetto genitoriale

In una relazione di coppia in cui siano presenti figli i partner vivono una doppia dimensione: la coniugalità e la genitorialità. Si tratta di dimensioni parallele che danno vita a progetti diversi, prossimi tra loro quanto a coinvolgimento emotivo, impegno e investimento, ma nettamente distinti quanto a compiti e responsabilità. Nel momento della separazione non è infrequente la confusione tra i due ruoli, tanto che mantenere la continuità della coppia genitoriale si profila come compito particolarmente difficile, a causa delle interferenze derivanti dal conflitto che opera nella sfera dimensionale della coniugalità. Continua a leggere