Archivio dell'autore: Francesca Bertoli - WWW

Informazioni su Francesca Bertoli

Mediatrice familiare, pedagogista clinica e grafologa, specializzata nell'ambito peritale e dell'età evolutiva. Dopo molti anni di docenza universitaria in psicologia sociale lavoro oggi come libera professionista, impiegando le mie competenze nei servizi alla persona, in particolare nelle aree del conflitto separativo, del sostegno alla genitorialità e della formazione. Attorno al mio studio gravitano professionalità differenti (avvocati, psicologi, psicoterapeuti, psichiatri e psicomotricisti), grazie al cui contributo sono in grado di realizzare non solo una più efficace valutazione dell'obiettivo di aiuto, ma anche progetti didattici innovativi, finalizzati alla promozione di un approccio multidisciplinare alla professione. Un significativo investimento è indirizzato all'attività di consulenza pedagogica e perizia grafologica svolta per il Tribunale di Udine.

Mediazione familiare e sostegno alla genitorialità

La mediazione familiare si rivolge a coloro che stanno vivendo una separazione (direttamente o indirettamente), operando in una delicata area intermedia che si colloca a cavallo tra il contesto psico-socio-pedagogico e il contesto legale, ovvero quello psicogiuridico. L’accompagnamento attraverso le difficoltà della transizione e il dolore per la rottura del patto coniugale è il principale onere del mediatore, il quale, prima ancora che un arbitro, un negoziatore o un conciliatore, è un “curatore” della relazione tra le parti. Continua a leggere

Le cinque W della mediazione familiare

La mediazione familiare è uno strumento nuovo, ma che ha radici nel passato. Antropologia, storia e sociologia hanno sempre attestato che già nell’antica Cina si utilizzava la mediazione come metodo di risoluzione dei conflitti. Le nostre stesse famiglie patriarcali riconoscevano l’anziano come “capo” in grado di aiutare le giovani coppie nella costruzione e nel contenimento dei loro rapporti. Tuttavia la mediazione moderna può essere fatta risalire al 1975, anno della fondazione della Family Mediation Association a opera dell’avvocato e psicologo statunitense James Coogler. Da allora si è fatta ampiamente conoscere tra i professionisti. Lo stesso non può dirsi degli utenti, soprattutto italiani, per i quali, a oltre quarant’anni di distanza, resta ancora una (quasi) perfetta sconosciuta. Continua a leggere