Separazione, la rivoluzione dei pagamenti rateali

Chi è in fase di separazione afferma spesso che “c’è poco da fare, quando la coperta è corta…”. E non si può dargli torto, dal momento che, in effetti, che restino scoperte testa o gambe, sempre di freddo si muore. Ma se fino a ieri le difficoltà di sostenere i costi di una separazione, avendo già a carico mutuo, affitto e assegno di mantenimento, sembravano essere (e forse erano) uno scoglio insormontabile, oggi, grazie alla nostra perseveranza nella ricerca di soluzioni utili, lo sono certamente meno.

Il riferimento è al rivoluzionario servizio che offre alla persona la possibilità di rateizzare le parcelle professionali con piani di rimborso individualizzati, di cui, un po’ come Diogene di Sinope, mi sento primo e probabilmente unico “cercatore”.

A differenza di quanto fatto in altre occasioni dalla nostra redazione web, non mi soffermerò tanto a parlare del servizio in sé, che ritengo ben illustrato nell’apposita sezione del nostro sito, quanto a sottolineare l’importanza che esso riveste nel panorama della consulenza e dell’assistenza per la separazione. Sì, perché se è vero che le rateizzazioni sono una pratica ormai diffusa e consolidata tra i professionisti che si occupano della materia, è altrettanto vero che si tratta perlopiù di soluzioni fai da te.

Meglio di niente, si dirà, ma, avendo sperimentato in prima persona le difficoltà di cui accennavo poc’anzi, mi sento di affermare che, proprio per il vuoto di mercato colpevolmente lasciato da banche e istituti finanziari, questo tipo di soluzioni dovrebbe trovare maggiore spazio, diffondersi ed essere valorizzato attraverso politiche, anche (e non è peccato dirlo) commerciali, in grado di assumersi una precisa responsabilità verso i bisogni di assistenza emergenti. È infatti possibile investire in servizi innovativi che rispondono a questi bisogni (Soisy ne è senza dubbio la capofila), garantendo, grazie alle economie di scala, standard di qualità più elevati e un minore impatto in termini di costi sociali.

Sfido chiunque non condivida o condivida solo in parte la mia visione (e l’invito è indirizzato sia agli utenti che ai professionisti) a richiedere una rateizzazione con finanziamento a tasso zero o a tasso standard per avere conferma di quanto economicamente più leggera possa diventare la gestione di una separazione quando si dispone degli strumenti giusti.

Per approfondimenti: www.aiges.org/servizi/pagamenti-rateali

Questo articolo è stato pubblicato in AIGES informa e taggato come , , , , il da

Informazioni su Fabrizio Dell'Anna

Milanese, classe 1974, divorziato con un figlio, Fabrizio Dell'Anna è il titolare di AIGES, agenzia nazionale per la tutela di genitori e figli nella separazione. Dal 2006 si occupa con impegno e passione di conflitti in ambito familiare, fornendo alle coppie in crisi tutti gli strumenti necessari a garantire ai minori la possibilità di mantenere legami affettivi con entrambe le figure genitoriali. Ne parla, ne scrive, ci lavora. Ogni giorno. Chi l'ha incrociato sulla propria strada, di lui ha imparato tre cose fondamentali: non fa miracoli, ascolta con attenzione e agisce con prudenza. Tra i fallimenti della sua professione riconosce, al pari del noto avvocato matrimonialista Cesare Rimini, "il dolore dell'impotenza nel vedere due persone incapaci di affrontare una separazione e con il solo desiderio di nuocersi". Per questo, da sempre, si batte per la diffusione di una cultura di gestione evolutiva e non distruttiva del conflitto.