A Milano ancora alloggi ERP per i genitori separati

A Milano ancora alloggi ERP per i genitori separati

Poco più di un mese fa ALER Milano ha emanato un nuovo avviso pubblico per l’assegnazione in locazione temporanea a canone agevolato di alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP). Si tratta del quarto bando destinato – in parte o esclusivamente – ai genitori separati dall’inizio dell’anno, a riprova del fatto che in Lombardia c’è non solo una sempre maggiore consapevolezza del problema, ma anche un costante impegno nel proporre soluzioni che possano contribuire alla sua stabilizzazione.

Ecco tutte le informazioni utili.

CHI PUÒ FARNE RICHIESTA…

Possono farne richiesta i coniugi separati o divorziati (con provvedimento dell’autorità giudiziaria dall’1 gennaio 2014) e gli ex conviventi (con provvedimento dell’autorità giudiziaria dalla medesima data o dichiarazione di conferma da parte dell’ex convivente) in condizioni di disagio economico che dimostrino di versare un assegno di mantenimento a favore dei figli minori e di non disporre della casa familiare in cui risiedono questi ultimi, anche se di proprietà (in ottemperanza al regolamento regionale n. 1 del 10 febbraio 2004 e successive modifiche e integrazioni), e che alla data di presentazione della domanda risultino:

  • essere costretti a lasciare l’abitazione principale e non avere una situazione abitativa idonea a favorire e garantire la continuità del rapporto genitoriale (per esempio, quella di trovarsi in condizione di ospitalità, coabitazione, obbligo di rilascio dell’alloggio in uso per finita locazione o corresponsione di un canone oneroso superiore al 25% del proprio reddito netto mensile);
  • essere residenti e/o lavoranti nella Città metropolitana di Milano;
  • non essere titolari in maniera esclusiva, da soli o con altri componenti del nucleo familiare, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento su alloggio adeguato nella Città metropolitana di Milano. È da considerarsi adeguato l’alloggio con una superficie convenzionale complessiva (data dalla superficie utile più il 20% per aree accessorie e servizi) di 54 mq per 1-2 persone, 72 mq per 3-4 persone, 90 mq per 5-6 persone e 114 mq per 7 o più persone.

…E CHI NO

Non possono farne richiesta coloro i quali abbiano occupato abusivamente un alloggio ERP o siano stati sfrattati per morosità negli ultimi 5 anni.

QUALI SONO I LIMITI DI REDDITO PER L’ACCESSO

L’accesso è riservato ai soggetti con reddito netto percepito nell’anno 2015 – come da dichiarazione fiscale allegata (CUD, 730 o UNICO) – compreso tra 12.000 e 25.000 euro.

NUMERO E TIPO DI ALLOGGI

Gli alloggi, situati in via Michele Saponaro 1/A nel quartiere Gratosoglio, sono 8 (salvo eventuali ulteriori disponibilità da definire in seguito), completamente arredati e composti da ingresso, zona giorno con angolo cottura, bagno e camera da letto per circa 40 mq complessivi e lavanderia automatica a disposizione degli inquilini.

CARATTERISTICHE DEL RAPPORTO DI LOCAZIONE

Il rapporto di locazione è regolato dall’art. 2, comma 3, della legge n. 431 del 9 dicembre 1998. La durata è pari a 18 mesi prorogabili una volta sola per analogo periodo con risoluzione immediata del contratto alla scadenza naturale, senza bisogno di preavviso. Il canone è fissato in misura forfetaria in 200 euro mensili, oltre alle spese reversibili e di riscaldamento.

DOVE E QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda può essere presentata presso l’ufficio protocollo della sede centrale di ALER Milano di viale Romagna 26, dal 15 marzo al 15 maggio 2017, dal lunedì al giovedì dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 15:30 oppure il venerdì dalle 9:00 alle 12:30. La modulistica è reperibile sia all’indirizzo sopra indicato sia nella sezione Bandi e graduatorie del sito www.aler.mi.it. Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Gestione Patrimonio Fuori ERP allo 02 73922633.

FORMAZIONE E VALIDITÀ DELLA GRADUATORIA

La graduatoria, stilata in ordine progressivo a partire dai richiedenti con reddito più basso, sarà pubblicata sul sito di ALER Milano e avrà validità di 12 mesi dalla data di pubblicazione.

CONTROLLI

Sono previsti controlli, anche a campione, sulla veridicità delle autocertificazioni presentate, secondo quanto disposto dall’art. 71 del D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000. In caso di dichiarazione mendace, ALER Milano procederà ai sensi dei relativi artt. 75 e 76 con denuncia all’autorità giudiziaria per le sanzioni penali conseguenti.