ALER Milano, un’occasione d’oro per i genitori separati in emergenza abitativa

ALER Milano, un'occasione d'oro per i genitori separati in emergenza abitativa

È stato emanato dieci giorni fa un nuovo avviso pubblico di ALER Milano per l’assegnazione in locazione permanente a canone agevolato di alloggi di edilizia residenziale pubblica (ERP). Si tratta di un’iniziativa non esclusivamente riservata ai genitori separati, ma che tuttavia – in uno specifico comma – li vede, come da prassi ormai consolidata in Lombardia, tra i potenziali beneficiari accanto ad altre tipologie di utenti.

Ecco tutte le informazioni utili.

CHI PUÒ FARNE RICHIESTA…

Possono farne richiesta i coniugi separati o divorziati (con provvedimento dell’autorità giudiziaria dall’1 gennaio 2014) in condizioni di disagio economico che dimostrino di versare un assegno di mantenimento a favore dei figli minori e di non poter disporre della casa familiare in cui risiedono questi ultimi, anche se di proprietà (in ottemperanza al regolamento regionale n. 1 del 10 febbraio 2004 e successive modifiche e integrazioni), e che alla data di presentazione della domanda risultino:

  • avere cittadinanza italiana, di altro Stato aderente all’Unione europea oppure straniera con permesso o carta di soggiorno almeno biennale;
  • essere residenti e/o lavoranti nella Città metropolitana di Milano;
  • non essere titolari in maniera esclusiva, da soli o con altri componenti del nucleo familiare, del diritto di proprietà o di altri diritti reali di godimento su alloggio adeguato nella Città metropolitana di Milano. È da considerarsi adeguato l’alloggio con una superficie convenzionale complessiva (data dalla superficie utile più il 20% per aree accessorie e servizi) di 54 mq per 1-2 persone, 72 mq per 3-4 persone, 90 mq per 5-6 persone e 114 mq per 7 o più persone;
  • non aver ottenuto l’assegnazione in proprietà immediata, o con patto di futura vendita, in qualsiasi Comune, di altro alloggio realizzato a totale carico, con il concorso, il contributo o il finanziamento agevolato – in qualunque forma concessi – dello Stato o di altro ente pubblico, sempre che lo stesso non sia perito o inutilizzabile senza dar luogo al risarcimento del danno;
  • avere un reddito annuo complessivo lordo per il nucleo familiare compreso tra 22.688,37 euro e quello massimo stabilito da Regione Lombardia, pari a 45.042,25 euro, incrementato del 25% (per un valore finale di 56.302,81 euro) – sia che concorrano redditi da lavoro dipendente che da lavoro autonomo – e abbattuto di 516,46 euro per ogni figlio a carico. Solo al reddito complessivo da lavoro dipendente si applica un’ulteriore detrazione del 40%. Per “reddito annuo complessivo del nucleo familiare” s’intende la somma di tutti i redditi percepiti dai componenti del nucleo così come risultanti dalle certificazioni dei redditi presentate nel 2016 per i redditi percepiti nel 2015.

…E CHI NO

Non possono farne richiesta coloro i quali abbiano occupato abusivamente un alloggio ERP, non abbiano pagato tutte le somme dovute all’ente gestore o siano stati sfrattati per morosità negli ultimi 5 anni.

NUMERO E TIPO DI ALLOGGI

Gli alloggi, situati nel quartiere Muggiano, sono 15 (salvo eventuali ulteriori disponibilità da definire in seguito) e saranno concessi in locazione nello stato di fatto. I costi di adeguamento e/o certificazione degli impianti elettrico/gas e dell’attestato di prestazione energetica (APE) saranno sostenuti anticipatamente dagli assegnatari e scomputati dal canone di locazione fino a un massimo di 5.000 euro.

CARATTERISTICHE DEL CONTRATTO DI LOCAZIONE

Il rapporto di locazione ha una durata pari a 8 anni rinnovabili. L’assegnatario dovrà occupare stabilmente l’alloggio entro 60 giorni dalla stipula dello stesso, salvo proroga che potrà essere concessa da ALER Milano solo a seguito di motivata istanza. La mancata occupazione dell’alloggio assegnato entro il termine sopra indicato comporterà l’annullamento dell’assegnazione e la definitiva esclusione dalla graduatoria. In caso di decesso dell’assegnatario o di abbandono dell’alloggio a seguito di provvedimento di separazione o scioglimento del matrimonio, subentreranno nella titolarità del contratto di locazione gli aventi diritto secondo la vigente legislazione in materia, con particolare riferimento all’art. 6 della legge n. 392 del 27 luglio 1978.

DOVE E QUANDO PRESENTARE LA DOMANDA

La domanda può essere presentata presso l’ufficio protocollo della sede centrale di ALER Milano di viale Romagna 26, dal 13 marzo al 14 aprile 2017, dal lunedì al giovedì dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 15:30 oppure il venerdì dalle 9:00 alle 12:30. La modulistica è reperibile sia all’indirizzo sopra indicato sia nella sezione Bandi e graduatorie del sito www.aler.mi.it. Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi all’Ufficio Assegnazioni e Cambi Patrimonio Fuori ERP allo 02 73922544.

FORMAZIONE E VALIDITÀ DELLA GRADUATORIA

La graduatoria, stilata in ordine progressivo a partire dai richiedenti con reddito più basso, sarà pubblicata sul sito di ALER Milano e avrà validità di 2 anni dalla data di pubblicazione, ai fini dell’assegnazione di eventuali alloggi che si rendessero ulteriormente disponibili.

CONTROLLI

Sono previsti controlli, anche a campione, sulla veridicità delle autocertificazioni presentate, secondo quanto disposto dall’art. 71 del D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000. In caso di dichiarazione mendace, ALER Milano procederà ai sensi dei relativi artt. 75 e 76 con denuncia all’autorità giudiziaria per le sanzioni penali conseguenti.