In treno senza mamma e papà

In treno senza mamma e papà

In un articolo di un paio di anni fa dal titolo In aereo senza mamma e papà avevamo spiegato come “spedire” i figli da un aeroporto all’altro d’Europa in totale sicurezza. Ma come fare se la destinazione si trova in Italia e per raggiungerla è sufficiente il treno? Abbiamo indagato ed ecco cosa abbiamo scoperto.

Nel nostro Paese il “servizio accompagnamento minori” è disponibile, per ora in via sperimentale, solo ed esclusivamente sui treni ad alta velocità Frecciarossa e Frecciargento (Trenitalia) e Italo (NTV), nel primo caso gratuitamente, nel secondo a pagamento.

Vediamo in linea generale come funziona.

ALLA PARTENZA

Il minore deve presentarsi in stazione almeno 45 minuti prima della partenza, accompagnato da un genitore o da un adulto autorizzato e munito dei seguenti documenti:

  • se ad accompagnare o prendere in consegna il minore è uno dei genitori, autocertificazione attestante il legame di parentela o fotocopia di un documento del minore (passaporto individuale o carta d’identità con indicazione di maternità e paternità);
  • se ad accompagnare o prendere in consegna il minore è il tutore, fotocopia del provvedimento attestante la qualità di tutore con relativo documento di riconoscimento;
  • delega dell’esercente la potestà (genitore o tutore) alla persona incaricata di accompagnare il minore presso la stazione di partenza o prenderlo in consegna presso quella di arrivo con documento di riconoscimento del delegato;
  • informativa sul trattamento dei dati personali dell’esercente la potestà (genitore o tutore), del minore e della persona incaricata di accompagnare quest’ultimo presso la stazione di partenza o prenderlo in consegna presso la stazione di arrivo;
  • modulo di richiesta del servizio (solitamente fornito dalla compagnia ferroviaria).

In stazione il minore viene accolto dal personale di bordo, dotato di un badge identificativo contenente i documenti di viaggio e condotto al treno. L’adulto che ha accompagnato il minore deve trattenersi in loco fino alla partenza.

A BORDO

Durante il viaggio il personale di bordo vigila sul minore, garantendogli sicurezza, comfort e il giusto intrattenimento.

ALL’ARRIVO

All’arrivo il personale di bordo provvede ad affidare il minore all’adulto autorizzato al ritiro.

Questo articolo è stato pubblicato in Documenti e taggato come , , , , , , , , , , , il da

Informazioni su Redazione web

La redazione web è il team in-house che gestisce i contenuti delle piattaforme online dell'agenzia (sito, blog e pagine social), garantendone costantemente l'aggiornamento, la correttezza, l'accuratezza, la coerenza e l'accessibilità. Oltre al personale interno, fanno capo all'unità circa 500 professionisti tra avvocati, psicologi e mediatori familiari, un gruppo multidisciplinare che, con le sue diversificate competenze ed esperienze, garantisce agli utenti la pubblicazione di un ampio spettro di approfondimenti di carattere tecnico-divulgativo sui temi della separazione e del divorzio.