I gruppi di parola per genitori separati

I gruppi di parola per genitori separati

Quando si parla di separazione, si pensa quasi istintivamente ai figli. Tuttavia, è bene ricordare che il benessere psicologico di questi ultimi passa sempre attraverso la capacità dei genitori di gestire il momento di transizione. Per stimolare e rafforzare tale capacità può essere utile ricorrere a una valida risorsa: i gruppi di parola per genitori separati.

Spieghiamo in sintesi di cosa si tratta.

COSA SONO I GRUPPI DI PAROLA PER GENITORI SEPARATI

I gruppi di parola per genitori separati sono percorsi finalizzati a favorire la genitorialità condivisa attraverso la diffusione di una diversa cultura della separazione, incentrata sul riconoscimento dell’importanza della continuità dei legami genitoriali, della collaborazione e della comunicazione per mantenere stabili e significativi rapporti con i figli. Si tratta di un’esperienza in cui il genitore separato ha l’opportunità di conoscere nuove persone, condividere i propri vissuti personali, relativizzare le proprie difficoltà e trovare con l’aiuto del gruppo possibili soluzioni ai propri problemi.

A COSA SERVONO

Nella fase critica della separazione le capacità genitoriali possono temporaneamente venir meno. I gruppi di parola per genitori separati promuovono il rilancio delle risorse personali e la creazione di processi relazionali, di crescita e autonomia utili a uscire dall’impasse generata dal conflitto. Il confronto con altri permette inoltre un proficuo scambio d’informazioni su come:

  • favorire la genitorialità condivisa;
  • evitare che i figli diventino parte attiva nel conflitto di coppia, risparmiandogli la dolorosa scelta tra due rapporti per loro ugualmente necessari;
  • spiegare ai figli il cambiamento, utilizzando le parole più adatte all’età e al carattere;
  • gestire tempi e modalità di permanenza dei figli con ciascun genitore;
  • regolare i rapporti affettivi dei figli con parenti, amici e nuovi compagni, rispettando le esigenze di tutti.

COME FUNZIONANO

Varianti a parte, i gruppi di parola per genitori separati prevedono un ciclo d’incontri (5-10) di due ore ciascuno durante i quali un numero ristretto di adulti si riunisce, insieme a un conduttore debitamente formato (in genere un mediatore familiare, uno psicologo o un educatore), per confrontarsi sulla sua particolare condizione.

Questo articolo è stato pubblicato in ADR e dintorni e taggato come , , , il da

Informazioni su Dania Lombardo

Giurista, mediatrice familiare e counselor, esperta in materia di separazione e divorzio. Mi occupo di consulenza all'individuo, alla coppia e alla famiglia sotto il profilo sia giuridico che relazionale, intervenendo nel conflitto a favore di una riorganizzazione delle relazioni familiari tutelante per il minore. Conduco gruppi di orientamento, auto-aiuto e sensibilizzazione per genitori separati e gruppi di parola per i loro figli, volti a facilitare la condivisione delle emozioni e il confronto delle esperienze. Collaboro inoltre con istituzioni pubbliche e private nell'ambito della formazione (comunicazione, gruppi di lavoro, leadership, negoziazione e gestione costruttiva dei conflitti).